Sintesi e slide “Lotta contro la violenza: l’Ospedale si apre al territorio” Pesaro, 14.12.18

In data 14 dicembre 2018 l’Azienda Ospedaliera Riuniti Marche Nord a Pesaro presso la sede di Formazione sita in Viale Trieste, 391 ha svolto l’evento formativo “Lotta contro la violenza: l’Ospedale si apre al territorio”.

L’evento ha visto la partecipazione di una significativa rappresentanza di addetti ai lavori quali operatori sanitari, psicologi, psicoterapeuti, avvocati, operatori di alcuni Centri Antiviolenza e delle forze dell’ordine.

Dopo il saluto delle Autorità e l’introduzione dei lavori della Responsabile UOSD Psicologia Ospedaliera Dr.ssa M. Cleofe Contardi ha preso la parola il dott. Stefano Loffreda, Direttore Pronto soccorso e Medicina d’urgenza AORMN che ha descritto il fenomeno della violenza e l’adeguamento alle linee guida nazionali 2018.

Successivamente il dott. Massimo Lattanzi, psicologo, psicoterapeuta, dottore in scienze forensi nonché Fondatore e Coordinatore dell’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia e del Centro Presunti Autori di violenza e stalking attivo dal 2007, è intervenuto presentando l’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia e l’equipe multidisciplinare di professionisti volontari che ne fanno parte.

L’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia, fondata a Roma nel 2001 ed iscritta dal 2004 nel registro delle associazioni di volontariato della Regione Lazio, si contraddistingue per le esperienze e per le molteplici collaborazioni con Istituzioni, Ministeri, Atenei italiani ed internazionali nello specifico ambito psicologico, giuridico, forense e neuroscientifico.

L’equipe multidisciplinare di professionisti volontari realizza training per professionisti, incontri di sensibilizzazione per la cittadinanza e monitoraggi a livello nazionale, volti ad evidenziare lo stato dell’arte di violenze e persecuzioni, fornire prevenzione primaria, secondaria e terziaria, nonché sostegno alle presunte vittime e ai familiari e percorsi trattamentali per i presunti autori. Si rivolge sia agli adolescenti che agli adulti di sesso maschile e femminile. Nel 2007 fonda il primo centro in Italia di valutazione, diagnosi, consulenza, trattamento e ri-socializzazione per le persone che agiscono condotte persecutorie e violente.

Dal 2012 i professionisti volontari del Centro Presunti Autori di violenza e stalking applicano il protocollo integrato AIPC anche ai ristretti delle Case Circondariali nelle sezioni dedicate a uomini che hanno commesso reati violenti contro la persona (donne, uomini e minori). Il protocollo prevede un assessment specifico e colloqui di ri-socializzazione.

L’equipe multidisciplinare di professionisti volontari dell’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia e del Centro Presunti Autori di violenza e stalking attivo dal 2007 con il progetto “La violenza di genere che non degenera”, è risultato vincitore del Bando della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità bandito nel 2017 per il finanziamento di progetti volti alla prevenzione e contrasto alla violenza alle donne anche in attuazione della convenzione di Istanbul” – Linea C ) Programmi di trattamento degli uomini maltrattanti.

L’intervento del dott. Massimo Lattanzi è proseguito con la presentazione del protocollo integrato AIPC che prevede uno specifico percorso che integra la parte diagnostica e psicofisiologica con la parte clinica attraverso l’utilizzo di tecniche psicocorporee applicate già da diverso tempo sulla popolazione di uomini autori di violenza e che sta portando a risultati notevoli.

L’esposizione esperienziale, interattiva ed integrata anche mediante l’utilizzo di supporti multimediali, è proseguita con la proiezione di una breve registrazione video estratta da una famosa serie televisiva andata in onda di recente che affronta in particolare il tema del disagio adolescenziale anche attraverso il vissuto dei due protagonisti in riferimento al loro senso di appartenenza.

Il tema del senso di appartenenza ha prodotto diverse attivazioni sia a livello personale che professionale e ha permesso di approfondire l’eziologia delle condotte violente oggetto della prima ricerca scientifica italiana, quindi misurabile e replicabile a livello internazionale, condotta dal 2007 dall’equipe multidisciplinare di professionisti volontari del l’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia su una popolazione di centinaia di persone presunte vittime e presunti autori di condotte disfunzionali e violente nelle relazioni interpersonali.

È stato ribadito inoltre che il protocollo è rivolto agli autori di violenza nelle relazioni affettive essenzialmente per la regione Lazio, Abruzzo, Marche e Puglia e sul territorio nazionale laddove emerga una richiesta specifica da parte dei centri antiviolenza che volessero usufruire di un intervento specialistico in presenza e a distanza sugli uomini autori di violenza. Lo sportello di ascolto ed orientamento psicologico per vittime ed autori di violenza offre dal 2001 un’ampia gamma di servizi e consulenze, con il progetto si conta di poter ampliare ulteriormente i servizi.

Verso la conclusione dell’intervento è stato dedicato uno spazio ai feedback da parte dei partecipanti i quali hanno espresso i propri bisogni che sono stati principalmente quelli di voler acquisire ulteriori strumenti e competenze per migliorare il proprio operato in particolare nella fase dall’accoglienza ed aumentare la propria efficacia.

I feedback hanno ribadito l’importanza del confronto e della rete, del linguaggio comune senza giudizi e pregiudizi e della scientificità del protocollo AIPC in quanto replica bile e misurabile.

(qui è possibile scaricare l’: estratto slide dott. Massimo Lattanzi )

Centro Italiano per la prevenzione e il trattamento delle relazioni disfunzionali e violente sede di Roma e Pescara https://www.socialmente.net/centro-per-la-prevenzione-e-il-trattamento-delle-relazioni-violente-sede-di-roma-e-pescara/

Sintesi e slide seminario “Anatomia della violenza” https://www.socialmente.net/sintesi-e-slide-del-seminario-anatomia-della-violenza/

Buone feste dallo Staff A.I.P.C.! 

Nell’augurarvi un Buon Natale e un felice Anno Nuovo vi ricordiamo che durante le festività potete contattare l centro  di ascolto e orientamento psicologico e legale  per le vittime o autori di violenza e stalking via mail all’indirizzo info@socialmente.net oppure al numero 3274660907 (dalle 12:00 alle 16:00).
Riproduzione riservata. A.I.P.C. Editore ©2018
By |2018-12-19T09:20:42+00:0019 Dicembre 2018|Eventi, In evidenza, In scadenza|0 Comments