L’approccio psico-corporeo applicato alle condotte violente (prima parte)

L’approccio psico-corporeo applicato alle condotte violente (prima parte)

Una realtà imprescindibile e oggettiva che costituisce la vita di ogni essere umano è l’esistenza fisica, il corpo.

L’essere della persona, le caratteristiche di personalità, la sua individualità e l’esistenza stessa sono determinate dal corpo; quando il  corpo muore termina  l’essere al mondo della persona, per cui nessuno esiste indipendentemente dall’esistenza fisica (Lowen, 1994); ne consegue che l’Io corporeo non è separabile dall’ Io psicologico poiché entrambi fanno parte dell’individuo ed interagiscono costantemente. Le emozioni che la persona sperimenta infatti   sono costituite da un insieme complesso di fenomeni che si manifestano sia sul piano fisiologico che su quello psicologico ed espressivo-comportamentale. Predispongono l’organismo ad agire, ad elaborare piani per realizzare determinati scopi e a soddisfare specifici bisogni di cui a volte l’individuo non ne è consapevole portandolo a sperimentare e/o agire stati e comportamenti particolarmente intensi.

Proprio causando una notevole attivazione nella persona sia a livello fisiologico che psicologico, l’inibizione di tali stati emotivi attivanti produce sempre ripercussioni sullo stato di benessere  dell’individuo infatti il meccanismo di eccitazione/inibizione successivo allo stimolo emotigeno, produce delle risposte psicofisiologiche che causano stati di tensione tendenti alla “scarica”al fine di riportare la persona al proprio equilibro omeostatico.

Centro profilassi relazioni disfunzionali e violente

Il Centro specialistico  è dedicato a singoli individui, coppie e nuclei familiari con disagi nelle relazioni interpersonali. Gli esperti dell’A.I.P.C. dal 2001 forniscono training brevi ed efficaci per affrontare ogni tipo di complicazione relazionale, dalla fase iniziale a quella della separazione, anche con episodi di violenza e stalking. Il Centro è aperto a tutte le persone, senza distinzione di sesso e del ruolo che rivestono nelle relazioni interpersonali. Per un’efficace profilassi delle relazioni disfunzionali e violente è essenziale misurare l’indice di disfunzionalità relazionale ©AIPC 2017. L’indice risulta essere uno strumento particolarmente efficace per il benessere relazionale attuale e delle future generazioni. Il protocollo scientifico A.I.P.C. è un protocollo integrato e circolare che calcola l’indice con peculiari misurazioni e colloqui (anche a distanza). Il protocollo scientifico A.I.P.C. è stato validato e risulta essere efficace nel 70% dei casi. La segreteria, che fisserà il giorno e l’ora dell’appuntamento, è attiva dal lunedì al venerdì con orario 10:00/19:00 e risponde al numero 0644246573 o via mail info@socialmente.net.

Gli stimoli emotigeni oltreché provenienti dall’ambiente esterno, possono anche  essere interni all’individuo, costituiti da situazioni immaginative, da ricordi di eventi passati (traumatici o non), da fantasie, da rappresentazioni di ipotetiche situazioni future positive o negative e tutto questo può essere costantemente presente nella mente della persona, stimolando  un’attivazione psicofisiologica permanente. Può accadere inoltre che in presenza di un’attivazione emozionale particolarmente intensa, la persona non riesca a gestire e a contenere tale carica emozionale “esplodendo”letteralmente e mettendo in atto comportamenti, gesti, azioni che possono condurre ad agiti disfunzionali come nel caso della rabbia. Una non adeguata gestione e contenimento di tale emozione può condurre ad un aumento di aggressività degenerando in violenza.

Dott.ssa Pamela Cirilli, Psicologa clinica, esperta in tecniche psico-corporee, danza movimento terapeuta.

Bibliografia

Lowen, A. (1994). Arrendersi al corpo, Astrolabio, Roma.

Biondo, J. (2017). De-escalation with Dance/Movemet Therapy: A Program Evaluation, American Journal of Dance Therapy.

Riproduzione riservata. A.I.P.C. Editore ©2018

By |2018-10-11T04:41:58+00:0011 ottobre 2018|In evidenza, In scadenza, Pubblicazioni|0 Comments