La violenza di genere che non degenera2018-12-28T17:16:34+00:00

L’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia, fondata a Roma nel 2001 ed iscritta dal 2004 nel registro delle associazioni di volontariato della Regione Lazio, si contraddistingue per le esperienze e per le molteplici collaborazioni con Istituzioni, Ministeri, Atenei italiani ed internazionali nello specifico ambito psicologico, giuridico, forense e neuroscientifico.

L’equipe multidisciplinare di professionisti volontari realizza training per professionisti, incontri di sensibilizzazione per la cittadinanza e monitoraggi a livello nazionale, volti ad evidenziare lo stato dell’arte di violenze e persecuzioni, fornire prevenzione primaria, secondaria e terziaria, nonché sostegno alle presunte vittime e ai familiari e percorsi trattamentali per i presunti autori. Si rivolge sia agli adolescenti che agli adulti di sesso maschile e femminile. Nel 2007 fonda il primo centro in Italia di valutazione, diagnosi, consulenza, trattamento e ri-socializzazione per le persone che agiscono condotte persecutorie e violente.

Dal 2012 i professionisti volontari del Centro Presunti Autori di violenza e stalking applicano il protocollo integrato AIPC anche ai ristretti delle Case Circondariali nelle sezioni dedicate a uomini che hanno commesso reati violenti contro la persona (donne, uomini e minori). Il protocollo prevede un assessment specifico e colloqui di ri-socializzazione.

L’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia è convenzionata con le Questure di Viterbo, de L’Aquila e di Pescara per accogliere le persone che hanno ricevuto l’ammonimento.

L’equipe multidisciplinare di professionisti volontari dell’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia e del Centro Presunti Autori di violenza e stalking attivo dal 2007 con il progetto “La violenza di genere che non degenera”, è risultato vincitore del Bando della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità bandito nel 2017 per il finanziamento di progetti volti alla prevenzione e contrasto alla violenza alle donne anche in attuazione della convenzione di Istanbul” – Linea C ) Programmi di trattamento degli uomini maltrattanti.

Per la durata del progetto la valutazione ed il percorso è gratuito (gli spostamenti sono a carico dei partecipanti) ed è garantito ad un numero limitato di persone.

Il protocollo integrato AIPC è rivolto a uomini adulti e adolescenti ed è possibile effettuare il percorso anche a distanza previo essere presenti almeno un giorno presso la sede di Roma per la raccolta dell’anamnesi e la valutazione.

L’equipe multidisciplinare di professionisti volontari dell’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia – Centro Presunti Autori di violenza e stalking inoltre si rende disponibile ad accogliere gli uomini presunti autori di condotte violente e persecutorie nei confronti di donne accolte presso i Centri Antiviolenza.

È possibile contattare il centro di ascolto ed orientamento via mail all’indirizzo info@socialmente.net telefonicamente dal lunedì al venerdì con orario 09:00/19:00 al numero 0644246573, nei giorni festivi e fine settimana con orario 12:00/16:00 al numero 3274660907.