Esistono i precursori dei comportamenti violenti?

Mi chiamo M. ho circa 40 anni, sono sposata da oltre 10 anni con A. mio coetaneo, grande lavoratore, molto presente con me e i due nostri figli, buona cultura e grandi valori. Da circa un anno ho espresso la mia volontà di separarmi, lui è diventato un’altra persona: è controllante, morboso… mi fa paura. Come posso aiutarlo e aiutarmi? Attendo una vostra risposta, grazie.

M. lei ha rappresentato perfettamente la dinamica di quello che noi abbiamo definito nel 2007 il Colpo di abbandono improvviso, potrà trovare la definizione completa nella sezione centro presunti autori. Il C.A.I. nell’80% circa dei casi è il prodromo di atti persecutori e/o violenti. Per prevenire e contenere agiti gravi e la recidiva, nel 2007 abbiamo predisposto un percorso di ri-socializzazione dedicato alle persone che agiscono comportamenti persecutori e violenti dopo una separazione, abbandono o rifiuto, reale o immaginato. Nel 70% dei casi il protocollo standardizzato è funzionale. Il percorso dura minimo 18 mesi e prevede un colloquio individuale settimanale. Suggeriamo anche in parallelo un percorso per le persone che subiscono tali condotte. Può contattare il nostro sportello e fissare un colloquio di orientamento in sede o via skype.

By |2017-01-05T16:33:10+00:0011 Marzo 2015|L'esperto risponde|0 Comments