Brava persona, bravo ragazzo e violento omicida!

ritocco-bravo-ragazzoBrava persona, bravo ragazzo e violento omicida!

di Massimo Lattanzi

Quello del bravo ragazzo è uno stereotipo molto resistente che inganna e uccide forse più di tante altre armi. In tante interviste abbiamo ascoltato e ascoltiamo: “ non è possibile … era tanto una brava persona … tanto un bravo ragazzo …” anche se la stessa persona si è resa colpevole di una strage, un omicidio o di un comportamento violento e crudele!

Frasi raccolte a caldo da conoscenti, vicini e parenti del presunto autore, perché tutte queste persone dovrebbero descrivere persone differenti, in città diverse allo stesso modo? Anche a distanza di molti chilometri e in tempi diversi, come avrebbero potuto concordare le loro dichiarazioni?

Il comune denominatore delle persone che apparentemente senza alcun segnale esplodono in agiti efferati come se fossero gemelli, è la manipolazione! Queste persone ingannano, raggirano, dicono bugie, dicono le cose che noi vorremmo sentirci dire, si adattano alla persona e alla situazione velocissimamente, sono dei camaleonti.

Sono quelle persone che si presentano come buoni ascoltatori, sempre disponibili, molto protettivi, tanto sicuri, che rispondono 24 ore su 24! Il vicino, l’amico, il collega e il figlio che tutti vorremmo! Nelle relazioni elette come “speciali” e connotate, anche se solo da loro, da un grande affetto e sentimento, questi comportamenti sono ancora più sottili e profondi.

Fanno sentire la persona “speciale” a momenti “una principessa” e dopo poco la persona più reietta della terra.

Negli anni queste “brave persone” hanno perfezionato “il protocollo” di ri programmazione, simile a quello adottato nelle sette per convincere i nuovi adepti. Apparentemente dimostrano di tenere alla persona “speciale” realmente la fanno sentire in colpa, un’inetta, dipendente, insicura, la iper criticano, fino a farla dubitare della  propria sanità mentale.

Finché tutto resta sotto controllo per il manipolatore … (fine prima parte).

Riproduzione riservata AIPC Editore ©2016

Donaci il 5 x 1000 Nella dichiarazione dei redditi inserisci o fai inserire il nostro Codice Fiscale: 97238660589

AIUTACI AD AIUTARTI! Fai una libera donazione. Dal 2001 abbiamo aiutato oltre 30mila persone: per libere donazioni (scaricabili dichiarazione dei redditi) A.I.P.C. Poste Italiane. IBAN IT83 I076 0103 2000 0005 6039 688

By |2017-01-05T16:32:47+00:0016 Marzo 2016|Pubblicazioni|0 Comments