Violenza: perché si chiede aiuto

Violenza: perché si chiede aiuto

Casistica delle richieste accolte nel 2017 dal Centro Eziologia, Profilassi e Trattamento delle condotte disfunzionali e violente dell’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia

Questa indagine intende definire le richieste di consulenza psicologica e/o legali ricevute nel 2017 dall’equipe multidisciplinare del Centro Eziologia, Profilassi e Trattamento delle condotte disfunzionali e violente dell’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia. Una raccolta ed analisi dei bisogni di ascolto, consulenza e trattamento essenzialmente rappresentativa della Regione Lazio. Premesso che il Centro di ascolto, fondato a Roma nel 2002, offre ascolto e consulenza senza distinzione di genere e ruolo agito e/o subito dalla persona nella relazione disfunzionale e/o violenta, il secondo dato (variabile) significativo che emerge dalle richieste accolte è il perché (in percentuale) si telefona allo sportello di ascolto telefonico e/o scritto alla mail dedicata nei dodici mesi del 2017 ossia circa cinquecento contatti. Dai dati raccolti dall’A.I.P.C. emerge che le motivazioni prevalenti per le richieste di sostegno sono tre: lo stalking, alcune espressioni violente e le disfunzioni nelle relazionali.

Centro profilassi relazioni disfunzionali e violente http://www.socialmente.net/centro-profilassi-relazioni-disfunzionali-e-violente/

In percentuale emerge una moderata prevalenza dello stalking circa il 35%, seguono alcune espressioni violente circa il 34% chiude la percentuale riferita alle disfunzioni relazionali con circa il 31%. Gli atti di stalking (atti persecutori) agiti in ordine di incidenza sono le telefonate e gli sms, le mail e le chat infine appostamenti e danneggiamenti. Le manifestazioni violente in ordine di incidenza sono quella psicologica, economica, fisica e in minima percentuale quella sessuale.

Corso di Perfezionamento, Le neuroscienze forensi applicate alle relazioni violente. Roma, 9/10 e 23/24 marzo 2018 http://www.socialmente.net/corso-perfezionamento-neuroscienze-forensi-e-violenza/

Le disfunzionalità si rilevano in ogni tipo di relazione interpersonale, la percentuale maggiore si riscontra in coppia, poi in famiglia, nelle amicizie, tra i colleghi di lavoro e di studio infine tra i vicini da casa. Nelle coppie “funzionali” l’IO, Il TU e il NOI sono in un equilibrio dinamico, le oscillazioni sono funzionali. Le coppie “disfunzionali” esprimono, un’apparente stabilità che nasconde una reale rigidità, l’IO (bisogni personali – egoistici) e/o il TU (bisogni interpersonali – altruistici) definiscono il NOI. Nelle relazioni disfunzionali, inoltre, i bisogni spesso mortificano i sentimenti.

Roma 22 febbraio – Seminario, “La violenza: tra mente e cervello.” http://www.socialmente.net/roma-22-febbraio-seminario-la-violenza-tra-mente-e-cervello/

Settimanalmente saranno pubblicate brevi descrizioni delle variabili prese in considerazione dalla casistica dei contatti (richieste di consulenza psicologica e/o legale) ricevute nel 2017 dall’equipe multidisciplinare del Centro Eziologia, Profilassi e Trattamento delle condotte disfunzionali e violente dell’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia.

La danza movimento terapia http://www.socialmente.net/la-danza-movimento-terapia/

Riproduzione vietata e riservata AIPC Editore©2018

Per approfondire e per chiedere il permesso all’utilizzo anche parziale delle casistiche, si prega di inviare una mail ad esperto@socialmente.net

By |2018-01-30T06:57:07+00:0030 gennaio 2018|In evidenza, In scadenza, Pubblicazioni|0 Comments