25 novembre AIPCIl 25 novembre, in occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne, il Ministero della Giustizia – Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria congiuntamente al Dipartimento della Giustizia Minorile e di Comunità, attraverso la propria articolazione interdipartimentale “Cabina di regia sex offender”, ha dato vita ad una iniziativa di formazione ed aggiornamento presso la Direzione Generale della Formazione dal titolo “Copyright: Violenza di genere”.

Al convegno ha partecipato il Presidente dell’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia, dr. Massimo Lattanzi che, nell’ambito dei lavori pomeridiani di presentazione delle esperienze e delle reti del territorio, è stato invitato a delineare le linee di intervento relative al protocollo trattamentale ed ai percorsi rieducativi svolti dal 2012 presso il nuovo complesso della casa circondariale di Roma – Rebibbia, verso lo specifico target di ristretti.

L’occasione è stata utile per esprimere il proprio apprezzamento per l’iniziativa e porgere un vivo ringraziamento ai Dipartimenti ospitanti ed alla Segreteria Scientifica della “Cabina di regia sex offender” che ha curato l’attività formativa, nonché ai relatori coinvolti nelle varie esperienze sul territorio nazionale.

Successivamente il dr. Lattanzi ha proseguito con la descrizione delle esperienze dell’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia, fondata nel 2001, ed essenzialmente organizzata in tre dipartimenti, il Centro presunte vittime di violenza e stalking coordinato dalla dott.ssa Tiziana Calzone, l’Osservatorio Nazionale sullo Stalking e il Centro Presunti Autori di Violenza e stalking coordinati dal dott. Lattanzi. L’equipe multidisciplinare AIPC è composta da volontari professionisti, quali psicologi, psicoterapeuti, psicodiagnosti clinici e forensi, psicobiologi, avvocati, mediatori familiari, sociologi, dottori in scienze forensi e neuroscienze ed è impegnata, dall’anno della sua costituzione, a prevenire e contrastare tutte le espressioni di violenza in tutte le relazioni interpersonali, in particolare quelle connotate da affettività ed intimità (connotazioni reali o immaginate), attraverso un protocollo di intervento scientifico ed integrato, centrato sulla persona, che accoglie e coinvolge nel processo tutti i protagonisti dell’agito violento, vittime, autori e familiari, consentendo così un reale abbattimento dei comportamenti tendenti alla recidiva.

Durante il seminario è stata presentata la campagna di prevenzione “Famiglie senza Gabbie”, progetto vincitore dell’avviso pubblico rivolto a soggetti del Terzo Settore “Famiglie fragili 2015”. Ente finanziatore: Regione Lazio. Ente gestore dell’avviso pubblico IPAB Asilo Savoia.

Il progetto di ricerca intervento “Famiglie senza Gabbie” nasce dalle molteplici ricerche realizzate su tutte le persone che chiedono e hanno chiesto sostegno al centro di ascolto e orientamento dedicato alle relazioni interpersonali disfunzionali dell’A.I.P.C., le quali hanno permesso di confermare l’ipotesi che l’adozione, l’abbandono, il rifiuto, la perdita ed il lutto non elaborati sono le matrici principali di modelli relazionali disfunzionali e di personalità dipendenti che si tramandano a livello generazionale.

La ricerca intervento dell’associazione è volta alla prevenzione, al contenimento e all’interruzione della trasmissione generazionale della violenza, che interverrà con l’obiettivo di classificare la tipologia della violenza con una misurazione sia di tipo psicodiagnostico che psicofisiologico al fine di adottare il protocollo più efficace…

Centro specialistico in relazioni intime disfunzionali.  Il centro specialistico è a disposizione di singoli individui, coppie e famiglie con problemi nelle relazioni interpersonali. Gli esperti forniscono percorsi brevi e risolutivi per affrontare ogni tipo di complicazione relazionale. Dalla fase iniziale a quella della separazione, anche in caso di episodi di violenza e stalking. I percorsi individuali, di coppia o di gruppo, solo su prenotazione, prevedono un contributo spese/libera donazione.  http://www.socialmente.net/centro-specialistico-in-relazioni-intime-disfunzionali/

Training per accrescere il benessere e la qualità della vita. Il benessere personale, di coppia e familiare. Destinatari: adulti ed adolescenti singoli, coppie e nuclei familiari. Finalità: Accrescere il benessere personale, relazionale e lavorativo; prevenire il disagio. http://www.socialmente.net/training-per-accrescere-il-benessere/

Gruppo di psicoterapia a Roma sulla componente maschile e femminile. Denominazione: I gruppi di psicoterapia hanno capacità terapeutiche di cura e sostegno per la persona; vanno oltre il superamento del senso di alienazione, di isolamento sociale e della possibilità di condividere il proprio disagio con altre persone. http://www.socialmente.net/gruppo-di-psicoterapia-a-roma-sulle-parti-maschili-e-femminili/

E’ possibile scaricare l’intervento del 25 novembre presso il Ministero della Giustizia  qui